Turchia, opposizione chiede di annullare anche elezione di Erdogan

0

Il Partito Repubblicano Popolare (CHP), principale partito d’opposizione turca, ha formalmente richiesto che il mandato del Presidente Erdogan venga annullato.

Il CHP sostiene che l’elezione del Presidente si è svolta nelle stesse condizioni in cui si sono svolte le elezioni per il sindaco di Instanbul vinte dal loro candidato, annullate la scorsa settimana dal Consiglio Elettorale turco dopo vari ricorsi presentati dall’AKP, partito di Erdogan.

La vittoria di Imamoglu del CHP dello scorso 31 Marzo, ora annullata, è stata la prima volta in 25 anni in cui un candidato dell’AKP o dei suoi predecessori non vince le elezioni per diventare sindaco della città più grande della Turchia.

Il CHP aveva inoltre richiesto che venissero annullati risultati delle elezioni locali di Istanbul, svoltesi assieme a quelle municipali ma non annullate dal Consiglio. Nelle elezioni locali l’AKP ha ottenuto la maggioranza dei seggi.

Gli appelli del CHP sono stati formalmente respinti oggi dal Consiglio Elettorale turco, il quale ha confermato che verrà ripetuto solamente il voto per la posizione di sindaco di Istanbul. La Commissione non ha ancora pubblicato i dettagli riguardo alle irregolarità elettorali durante gli spogli del 31 Marzo, documenti che sarà legalmente obbligata a produrre prima dello svolgimento delle nuove elezioni.

In vista della ripetizione dell’elezione, il candidato del partito di opposizione Sinistra Democratica ha dichiarato oggi che si ritirerà dalla competizione, mossa volta a concentrare i voti di tutte le opposizioni sul candidato del CHP la cui vittoria è stata annullata. Altri partiti minori di opposizione stanno valutando di fare lo stesso, formando un’alleanza informale per supportare Imamoglu contro il candidato dell’AKP.