Turchia: giornata di amministrative, al voto anche Istanbul e Ankara.

0

Sono oltre 1300 i sindaci che verranno eletti oggi in Turchia per le elezioni locali, oltre che un gran numero di consiglieri comunali e provinciali.

E’ soprattutto da tenere d’occhio la tornata elettorale ad Istanbul e nella capitale Ankara, ma anche nella terza città più popolosa del paese: Smirne.

Alle passate elezioni amministrative l’AKP, il partito conservatore del Presidente Erdogan, era riuscito a far riconfermato il suo sindaco Kadir Topbaş ad Istanbul ed a vincere ad Ankara con Melih Gökçek.

A Smirne invece nel 2014 vinse Aziz Kocaoğlu, del maggior partito di opposizione il CHP (socialdemocratici).

Istanbul

Nella città sul bosforo si sfidano oggi il 63enne Binali Yıldırım, candidato del partito di Erdogan l’AKP, ultimo politico ad occupare l’ufficio di Primo Ministro turco, carica abolita dopo la riforma costituzionale passata col referendum del 2017 che ha accentrato i poteri esecutivi nella figura del Presidente, ed il candidato del CHP Ekrem İmamoğlu.

Quest’ultimo, 48enne laureato in economia, è il sindaco uscente di Beylikdüzü, un comune in provincia appunto di Istanbul.

Secondo i più recenti sondaggi quella fra i due sarà una corsa all’ultimo voto dato che tutti gli studi stimano una distanza fra i due mai superiore ai 2 punti percentuali, alcuni a favore dell’uno altri a favore dell’altro.

Ankara

Nella capitale del paese l’AKP prova a mantenere il controllo sulla città presentando Mehmet Özhaseki, già Ministro per l’Ambiente ed ex-sindaco di Kayseri, città turca dell’Anatolia centrale.

A sfidarlo troviamo Mansur Yavaş, candidato dell’CHP per la seconda volta a questa carica dopo la sconfitta per un punto percentuale alle elezioni comunali di Ankara del 2014. E’ un avvocato ed anche lui è stato un ex primo cittadino, di Beypazarı comune nella provincia della capitale.

Secondo la maggior parte dei sondaggi dovrebbe essere quest’ultimo ad avere la meglio anche se il divario fra i due è inferiore ai 5 punti percentuali.