Svizzera al voto su “cibo” e “piste ciclabili”

0

I cittadini elvetici sono chiamati ad esprimersi domani su tre quesiti referendari.

Due di questi vertono sui generi alimentari e sulla filiera alimentare del paese. Quello denominato “Fair Food” proposto dai Verdi e l’altro sulla “sovranità alimentare” sostenuto dal sindacato Uniterre.

A prima vista le due proposte appaiono simili e richiedono un maggiore accesso a prodotti alimentari locali, sani e biologici per i consumatori elvetici ed un aumento di salari per le persone che lavorano nel settore agricolo.

A differenza del “Fair Food”, che ha lo scopo di invitare il governo a promuovere iniziative utili agli scopi di cui sopra, quello sulla “sovranità alimentare” include proposte più ampie per aumentare il numero di persone che lavorano nel settore agricolo, per la fissazione di prezzi equi per tutti i prodotti alimentari e maggiori dazi e quote per quelli importati dall’estero.

Il terzo referendum riguarda invece le piste ciclabili e la loro equiparazione ai sentieri ed ai sentieri escursionistici, al fine di dare al governo federale il potere di sostenere e coordinare le misure adottate dai cantoni e da altri soggetti a beneficio della rete ciclabile.

CONDIVIDI