Referendum sulla gestione dell’acqua della provincia di Brescia

0

Dalle ore 8 di stamattina i cittadini della provincia di Brescia stanno votando un referendum consultivo sulla gestione dell’acqua.

La consultazione verte sulla possibilità di aprire ai privati la gestione della stessa. I bresciani dovranno scegliere infatti se “Acque Bresciane” resterà totalmente pubblica, oppure possa mettere a gara (con un aumento di capitale) il 49% della società che potrà essere cosi acquistato da partner privati.

In tutti il territorio provinciale sono stati allestiti 1.172 seggi ed hanno diritto al voto 970mila cittadini, che potranno recarsi alle urne fino alle ore 22.

Il quesito che si troveranno davanti è il seguente : “Volete voi che il gestore unico del Servizio Idrico Integrato per il territorio provinciale di Brescia rimanga integralmente in mano pubblica, senza mai concedere la possibilità di partecipazione da parte di soggetti privati?”.

Il NO quindi aprirebbe la strada agli investimenti privati nel settore idrico, mentre il SI esprime la volontà che l’azienda che oggi si occupa della gestione dell’acqua resti in mano pubblica.

Non è previsto quorum, ma trattandosi di referendum consultivo l’esito non sarà vincolante per l’amministrazione che dovrà però tenere in considerazione il risultato sotto un punto di vista politico, soprattutto in caso di affluenza elevata.

CONDIVIDI