Primarie del PP: chi succederà a Rajoy?

0

Sono 66.706 i militanti dei conservatori del Partido Popular (PP) chiamati a votare alle primarie per eleggere il nuovo Presidente del partito.

La carica si è resa vacante dopo le dimissioni di Mariano Rajoy, dovute alla sua rimozione dalla presidenza del Governo dopo l’approvazione della mozione di censura che ha visto contestualmente eletto il socialista Pedro Sanchez.

Gli aventi diritto sono solo il 7,6% degli iscritti (pari a circa 860.000).

I candidati sono:

  • Soraya Sáenz de Santamaría (ex Vicepresidente del Governo)
  • María Dolores de Cospedal (ex Ministro della Difesa)
  • José Manuel García- Margallo (ex Ministro degli Esteri)
  • José Ramón García Hernández (Segretario per le relazioni internazionali del PP)
  • Pablo Casado (ex responsabile della comunicazione del PP)
  • Elio Cabanes (consigliere comunale di Font de la Figuera)

Il processo elettorale si divide in due fasi:

1) Il 5 Luglio sono eletti anche 2.612 delegati per il Congresso del partito che si terrà il 20 e 21 Luglio, che si sommeranno ai 522 delegati di diritto. Qualora un candidato alla presidenza ottenesse la maggioranza assoluta delle preferenze o distaccasse il suo secondo avversario più votato di oltre 15 punti percentuale e fosse allo stesso tempo il più votato in più della metà delle circoscrizioni, questo sarebbe l’unico nome sottoposto al voto del Congresso.

2) Qualora nessuna delle circostanze prima prospettate si realizzasse, saranno sottoposti al voto del Congresso i nomi dei due candidati più votati.

La sfida vede per lo più protagoniste Sáenz de Santamaría e Cospedal, entrambe braccio destro di Rajoy, rispettivamente nel Governo e all’interno del partito.

CONDIVIDI