Piemonte, tutti i candidati e le liste per le elezioni regionali

0

Si è chiusa in Piemonte la partita per la presentazione delle liste e dei candidati alla presidenza della regione in vista delle elezioni del 26 maggio.

Alberto Cirio, esponente di Forza Italia molto vicino alla Lega, e candidato unitario del centrodestra, tenterà di strappare la regione al centrosinistra. A suo sostegno, vi sono cinque liste.

L’uscente del Partito Democratico Sergio Chiamparino è invece sostenuto da ben sette liste, mentre il Movimento 5 Stelle sostiene il consigliere regionale Giorgio Bertola. L’ultimo candidato è Valter Boero per Il Popolo della Famiglia, unica lista che ha raccolto le firme necessarie a partecipare alle elezioni.

Unica esclusa è CasaPound Italia, che aveva ottenuto l’apparentamento elettorale con le liste Azzurri Italia e Destre Unite (presenti alla precedente tornata elettorale) sperando di essere esentata dall’obbligo di raccolta firme. Insieme al simbolo (uguale a quello che invece troverà spazio sulle schede nelle contemporanee elezioni eruopee) erano state consegnate due firme a titolo meramente formale, non sufficienti però a convincere la commissione elettorale.

Liste a sostegno di Chiamparino:

+Europa – Sì Tav
Chiamparino per il Piemonte del Sì
Demos – Democrazia Solidale
Italia in Comune
Liberi Uguali Verdi
Moderati per Chiamparino
Partito Democratico

Liste a sostegno di Cirio:

Forza Italia
Fratelli d’Italia
Lega – Salvini Piemonte
Unione di Centro
Sì Tav Sì lavoro per il Piemonte nel cuore

Liste a sostegno di Bertola:

Movimento 5 Stelle

Liste a sostegno di Boero:

Popolo della Famiglia

L’ultimo sondaggio, commissionato all’istituto IPSOS dal Corriere della Sera, dà Chiamparino in leggero vantaggio con il 40,8% dei voti, contro il 40,2% di Cirio. ù

Bertola è dato invece al 16,1% mentre Boero per Il Popolo della Famiglia è ultimo con il 2,9%.

Per quanto riguarda le coalizioni, vantaggio invece per il centrodestra con il 44,1% dei voti contro il 38,3% per il centrosinistra. Terza posizione per il Movimento 5 Stelle con il 15,9% delle intenzioni di voto, con Il Popolo della Famiglia ultimo all’1,7%.