Myanmar, i militari contro la riforma della Costituzione

0

Il Parlamento dell’ex Birmania lavorerà ad una riforma della Costituzione nonostante l’opposizione espressa dai deputati nominati dalle Forze Armate, che rappresentano il 25% della camera alta e della camera bassa.

Il via libera alla creazione di un comitato ad hoc è giunto oggi con i voti favorevoli della Lega nazionale per la democrazia, il partito di governo guidato dal premio Nobel per la pace Aung San Suu Kyi.

Secondo alcuni osservatori l’istituzione dell’organismo rappresenta la sfida più significativa ai militari in Myanmar degli ultimi anni. La Costituzione in vigore, approvata nel 2008 dalla giunta allora al potere, riserva ancora oggi un notevole potere alle Forze Armate.