M5S, Di Maio lancia le proposte per rinnovare il partito: Si alle Liste Civiche e maggior radicamento nel territorio

0

Luigi Di Maio rompe il silenzio dopo le elezioni regionali in Abruzzo, che hanno fatto registrare un consistente calo per il Movimento 5 Stelle, con un articolo sul blog del movimento in cui traccia la strada per il futuro del partito soprattutto per ciò che riguarda le elezioni amministrative.

Apre, ed è la prima volta che questo avviene per bocca di un esponente di spicco del M5S, alle alleanze con liste civiche: “Dobbiamo aprire ai mondi con cui sui territori non abbiamo mai parlato a partire dalle imprese, dobbiamo decidere se guardare alle liste civiche radicate sul territorio.” dice il Vicepremier, aggiungendo quindi che “Nelle prossime settimane presenterò agli iscritti del MoVimento delle proposte da sottoporre a consultazioni online per affrontare questo ed altri temi“.

Esclude poi un collegamento fra il governo con la Lega e la debacle in Abruzzo: “C’è poi chi pensa che per vincere in Abruzzo dovevamo far cadere il Governo. Questo finché ci sarò io non avverrà. I nostri iscritti hanno votato il contratto di Governo. Questo Governo durerà 5 anni e ispirerà tanti altri governi europei.”

Arriva poi anche la strigliata a chi a livello locale nel M5S spesso “improvvisa” le candidature, secondo Di Maio infatti: “È necessario arrivare sempre alle amministrative con un percorso che preveda un lavoro sul territorio fatto di incontri con categorie, mondo del sociale, con gli amministratori. Questo vuol dire pure che dove non siamo pronti dobbiamo smetterla di presentarci.

Ci tiene però a precisare che “Ogni volta che il MoVimento 5 Stelle ottiene alle elezioni locali un risultato inferiore a quello delle politiche, c’è chi non parla d’altro che della sua fine imminente. Si mettano l’anima in pace perché non è così.”