L’Alto Adige tra i punti del negoziato per la formazione del governo austriaco

0

La Südtiroler Volkspartei (SVP), maggior partito della Provincia autonoma di Bolzano e difensore degli interessi dei gruppi linguistici tedesco e ladino, si è fatta promotrice dell’ottenimento per i cittadini della provincia del passaporto austriaco per mezzo di una lettera inviata al Cancelliere in pectore austriaco, Sebastian Kurz, controfirmata da 7 suoi consiglieri oltre che da 12 dei gruppi attualmente all’opposizione nel consiglio, tra cui gli indipendentisti di Die Freiheitlichen e i rappresentanti del Movimento 5 Stelle.

«Gli altoatesini hanno perso la loro cittadinanza austriaca con l’annessione involontaria dell’Alto Adige da parte dell’Italia. Il recupero della cittadinanza sarebbe ora un atto di riparazione» questo l’incipit della missiva che chiede, per l’appunto, la concessione della cittadinanza ai sudtirolesi come punto da inserire nel programma del prossimo, ormai più che probabile, governo fra il popolare Kurz ed il leader della formazione di destra FPÖ, Heinz-Christian Strache.

Quest’ultimo, peraltro, è da tempo favorevole ad un riconoscimento del diritto di cittadinanza ai bolzanini, tanto che fra i punti del programma con cui si è presentato alle scorse elezioni di ottobre vi era proprio questo argomento.
Philipp Achammer, Presidente dell’SVP, ha fatto sapere che incontrerà lo stesso Kurz a breve per discutere della questione.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here