La galassia del Movimento 5 Stelle

0

In vista delle elezioni del prossimo 4 Marzo, il Movimento 5 Stelle ha deciso di dotarsi di una nuova associazione col medesimo nome, provvista di un nuovo Statuto e di un nuovo Codice Etico.

Molte sono le novità come la scomparsa del divieto di alleanze e la possibilità di candidature di non iscritti al Movimento nei collegi uninominali. Rimangono invece alcuni paletti come il massimo di 2 mandati elettivi.

La nuova organizzazione pentastellata prevede nel complesso 3 associazioni:

  1. Movimento 5 Stelle: sede a Genova, si tratta della precedente base politica
  2. Movimento 5 Stelle: sede a Roma, è il nuovo soggetto politico
  3. Associazione Rousseau: retta da Davide Casaleggio, Massimo Bugani e David Borrelli.

Per votare prossimamente sulla piattaforma Rousseau, gli iscritti alla vecchia associazione dovranno seguire un rapido iter per confermare la propria iscrizione alla nuova omonima associazione.

LO STATUTO

IL SIMBOLO

Dal 2015 la proprietà del simbolo è della vecchia associazione. Grillo partecipa alla gestione del suo uso e ne è (in quanto presidente della vecchia associazione M5S) l’unico garante. Il marchio è concesso in uso alla nuova associazione.

L’ORGANIGRAMMA

ASSEMBLEA

  • composta da tutti gli iscritti
  • è possibile una restrizione nelle votazioni per gli iscritti da meno di 6 mesi e per chi ha a carico sanzioni disciplinari
  • elegge e revoca tutti gli organi del movimento
  • può essere sia fisica che telematica
  • approva i documenti politici proposti dal Capo Politico o da 1/3 degli iscritti
  • convocata almeno 1 volta/anno dal Capo Politico
  • delibera a maggioranza semplice, tranne che per lo scioglimento (3/4)

CAPO POLITICO

  • è rappresentante legale del Movimento
  • è competente per gli atti di ordinaria amministrazione
  • determina e attua l’indirizzo politico del Movimento
  • è eletto per un mandato di 5 anni per un massimo di 2 mandati consecutivi
  • regolamento di elezione disciplinato dal Comitato di Garanzia
  • indice le votazioni sulla piattaforma Rousseau
  • designa i responsabili nazionali della comunicazione
  • sfiduciabile dal Comitato di Garanzia a maggioranza assoluta, con ratifica degli iscritti

GARANTE

  • custode dei valori fondamentali
  • potere di interpretazione non sindacabile dello statuto
  • è eletto dagli iscritti sulla base di una rosa di 3 candidati scelta dal Comitato di Garanzia
  • mandato a tempo indeterminato
  • propone mozione di sfiducia al Capo Politico
  • propone revoca dei componenti del collegio dei provibiri
  • revocabile dal Comitato di Garanzia a maggioranza assoluta, con ratifica degli iscritti (purchè partecipi la maggioranza di questi)

COMITATO DI GARANZIA

  • sovrintende alla corretta applicazione dello Statuto
  • composto di 3 membri per un mandato di 4 anni
  • è eletto dagli iscritti sulla base di una rosa di 6 candidati proposti dal Garante
  • incompatibilità con altri incarichi associativi ed elettivi (salvo la prima composizione)
  • decide in 2° grado sulle procedure disciplinari
  • nomina l’organismo per la certificazione della regolarità delle votazioni online
  • propone a maggioranza assoluta agli iscritti la mozione di sfiducia al Capo Politico e la revoca del Garante
  • qualora le proposte non fossero approvate dagli iscritti, il Comitato di Garanzia decade
  • approva revoca componenti collegio dei provibiri proposta da Garante, da ratificare poi dagli iscritti
  • approva il bilancio

COLLEGIO DEI PROVIBIRI

  • vigila sul rispetto dei doveri degli iscritti
  • irroga sanzioni disciplinari
  • composto di 3 membri per un mandato di 4 anni
  • è eletto dagli iscritti sulla base di una rosa di 5 candidati proposti dal Garante
  • incompatibile con altri incarichi associativi

TESORIERE

  • rappresentante legale per le attività economico-finanziarie
  • eletto dall’Assemblea per un mandato di 3 anni su proposta del Garante
  • massimo 2 mandati consecutivi
  • predispone il bilancio da far approvare al Comitato di Garanzia

Tutti gli organi sono nominati in sede costitutiva dell’Associazione mentre per il rinnovo si seguiranno le regole predisposte dallo Statuto.

CODICE ETICO

Numerose norme sono rivolte agli iscritti candidati e agli eletti.

Si rilevano principalmente le seguenti norme:

  • in caso di conoscenza di un procedimento penale a proprio carico tale da ledere i principi etici del Movimento, il candidato dovrà rinunciare alla propria corsa
  • in caso di espulsione dal movimento, l’eletto deve dimettersi dalla carica
  • in caso di espulsione dal gruppo parlamentare, abbandono di questo o dimissioni anticipate non per gravi ragioni personali o familiari, l’eletto deve corrispondere al partito la somma di euro 100.000
  • obbligo di votare la fiducia ai governi espressione del M5S

 

NUOVO ORGANIGRAMMA

  • GARANTE: Beppe Grillo
  • CAPO POLITICO: Luigi Di Maio
  • COMITATO DI GARANZIA: Vito Crimi, Giancarlo Cancelleri, Roberta Lombardi
  • COLLEGIO DEI PROVIBIRI: Nunzia Catalfo, Paola Carinelli, Riccardo Fraccaro
  • TESORIERE: Luigi Di Maio
CONDIVIDI