Il “referendum” sulle campane

0

Nel piccolo comune piemontese di Mombello Monferrato è tempo di consultazioni.

L’amministrazione comunale ha inviato a tutti i maggiorenni della cittadina (di circa 1.050 abitanti) una lettera-sondaggio in cui si propone di far tacere le campane della chiesa parrocchiale dei S.S. Pietro e Paolo dalle 23 fino alle 7 del mattino.

La questione è stata avanzata su richiesta del B&B “La Cantinetta”, che critica la cadenza oraria dei rintocchi che metterrebe a disagio i loro ospiti.

“Personalmente non sono mai stato disturbato dal battito notturno di ogni ora delle campane ma comprendo che i turisti che giungono in campagna per rilassarsi e distaccarsi dal tran tran cittadino, auspichino silenzio, pace e relax, specialmente durante le ore di sonno” afferma il titolare del resort.

“Rimetto ogni decisione al Comune. L’Italia ha le sue regole e per me non ci sarebbe nessun problema a interrompere il suono di notte” risponde il parroco.

 

 

CONDIVIDI