I Mossos d’Esquadra spiavano i dirigenti del PP e di C’s

0

I Mossos d’Esquadra hanno svolto attività di spionaggio politico sotto i governi di Artur Mas e Carles Puigdemont.

Questo è quanto risulta da un recente rapporto della Policía Nacional sulla base dei documenti sequestrati alla polizia catalana il 26 Ottobre, quando due furgoni pieni di carte e materiale digitale fu bloccato nei pressi di un inceneritore a Sant Adrià de Besós, in provincia di Barcellona.

Nell’informativa consegnata al giudice dell’Audiencia Nacional, Carmen Lamela, si vuole dimostrare “un compito di sostegno allo sviluppo e all’esecuzione della road map indipendentista, mirante a controllare le azioni e i movimenti di quelle entità o persone che hanno mostrato opposizione ad essa, al fine di sovvertire l’ordine costituzionale e la forma di governo in una parte dello Stato, mettendo una parte essenziale dell’apparato dell’Amministrazione catalana al servizio di questo scopo”.

Ad esser stati sorvegliati sarebbero stati specialmente alti dirigenti del PP (si fa menzione dell’ex Presidente Alicia Sánchez-Camacho Pérez) e di Ciutadans.

Il piano di spionaggio sarebbe stato approntato dall’ex Consigliere degli Interni sotto il Governo Mas, Felip Puig. 

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here