Finlandia, si dimette il Premier Sipilä

0

Si è dimesso stamattina il Premier finlandese Sipilä  a seguito della bocciatura da parte del Parlamento del progetto di riforma della sanità pubblica e del welfare

Finisce cosi l’esecutivo, presieduto dal leader del Partito di Centro Juha Sipilä e sostenuto dai conservatori del Partito della Coalizione Nazionale e dai nazionalisti di Riforma Blu, era reduce di un altro importante fallimento nella strada delle riforme, quello del “reddito di cittadinanza”, un esperimento lanciato due anni fa ma conclusosi il 31 dicembre scorso senza alcuna miglioramento di rilievo della condizione socio-economica dei beneficiari.

Le dimissioni dell’esecutivo non porteranno a nessuna convocazione anticipata delle urne, essendo state le elezioni parlamentari precedentemente fissate per il 14 aprile, alla scadenza naturale della legislatura.

Sipilä, che continuerà a guidare il governo per il disbrigo degli affari correnti, si è dichiarato ottimista sulla possibilità di guidare l’esecutivo anche dopo le elezioni. I sondaggi però non paiono essere dello stesso avviso: il Partito di Centro di Sipilä, che aveva vinto le elezioni nel 2015 con il 21,1% dei voti, in base alle ultime rilevazioni perderebbe oltre dieci punti. A primeggiare nei sondaggi è invece il Partito Social Democratico, sempre sopra il 20% delle intenzioni di voto.