Disegno di legge in Ohio per proibire l’aborto

0

Due deputati repubblicani della Camera dei Rappresentanti dell’Ohio hanno presentato un disegno di legge volto a bandire in ogni situazione l’aborto.

La proposta impedirebbe l’interruzione di gravidanza anche quando quest’ultima ponesse la salute della madre in grave pericolo. La donna che abortisse sarebbe passibile di incriminazione.

Ron Hood (R), uno dei promotori del ddl, ritiene che la vita ha inizio dal concepimento e pertanto è necessario tutelare i “non-nati”.

Nino Vitale (R), l’altro sostenitore della proposta, afferma: “La vita non ci darà sempre ciò che vogliamo e io non voglio far subire ad una donna un secondo trauma dopo che ne ha passato già un altro”.

Ricordiamo che entrambi i rami del Parlamento statale sono saldamente in mano repubblicana ma anche che a Novembre incombono le elezioni di mid-term per il rinnovo a livello federale di tutta la Camera dei Rappresentanti e di 1/3 del Senato (si voterà in Ohio per eleggere un nuovo senatore). A livello statale si voterà invece per l’elezione del Governatore e per il rinnovo di tutta la Camera dei Rappresentanti e di 1/2 del Senato.

Nelle scorse settimane un giudice federale dell’Ohio ha temporaneamente bocciato una legge, approvata dal Parlamento e sanzionata dal Governatore John Kasich, che avrebbe bandito l’aborto nel caso in cui gli esami prenatali avessero rivelato che il bambino fosse affetto da Sindrome di Down e la donna avesse optato per l’interruzione della gravidanza proprio in relazione a questa scoperta.

Sul tema dell’aborto negli Stati Uniti assume fondamentale importanza la sentenza Roe vs. Wade della Corte Suprema del 1973.

La pronuncia sancisce due principi:

  • L’aborto è ammissibile per qualsiasi ragione la donna lo voglia fino al punto in cui il feto diventa in grado di sopravvivere al di fuori dell’utero materno, anche con l’ausilio di un supporto artificiale. Questa condizione si verifica in media intorno ai 7 mesi (28 settimane), ma può presentarsi prima, anche alla 24sima settimana.
  • In caso di pericolo per la salute della donna, l’aborto è legale anche qualora la soglia oltre il quale il feto è in grado di sopravvivere al di fuori dell’utero materno sia stata sorpassata.
CONDIVIDI