Corea del Nord, ecco i risultati delle elezioni parlamentari: affluenza del 99,9% e seggio per la sorella di Kim

0

In Corea del Nord si è concluso lo spoglio delle elezioni per l’Assemblea Suprema del Popolo, l’unica camera legislativa del paese composta da 687 seggi eletti da altrettanti collegi.

Tutti i parlamentari eletti fanno parte del Fronte Democratico per la Riunificazione della Patria, la coalizione dominata dal Partito dei Lavoratori affiancato dal Partito SocialDemocratico e il Partito Chongdoista Chongdu. Gli elettori hanno votato pubblicamente scegliendo l’unico candidato disponibile per il loro collegio. Leggete il nostro articolo per conoscere di più sul sistema elettorale e sulla giornata di voto di domenica scorsa.

L’affluenza ha superato quella delle precedenti elezioni, crescendo dal 99,7% del 2014 al 99,9% del 2019: l’agenzia di stampa governativa KCNA comunica che tutti gli aventi diritto hanno votato tranne coloro che si trovavano all’estero o in servizio per mare.

Il leader Kim Jong-un, membro dell’Assemblea durante la legislatura precedente, quest’anno ha deciso di non candidarsi: è la prima volta che un leader nordcoreano non ricopre anche il ruolo di deputato in parlamento.

Prima volta da deputato invece per sua sorella, Kim Yo-jong, che negli ultimi tempi ha spesso ricoperto il ruolo di fedele assistente del leader. Yo-jong, classe 1988, ha studiato assieme al fratello in Svizzera dal 1996 al 2000 ed è Direttrice del Dipartimento di Propaganda e Agitazione del Partito dei Lavoratori oltre che membro non permanente del Politburo, il comitato composto dai più alti dirigenti del Partito.