Brexit, il ruolo delle forze armate britanniche dopo la separazione dall’UE

0

Durante un discorso ufficiale odierno, il Ministro della Difesa Gavin Williamson ha parlato del futuro ruolo “post-brexit” delle forze armate di Sua Maesta’.

Secondo le parole di Williamson nella fase successiva all’uscita dell’UK dall’UE, la Gran Bretagna userà la propria forza militare sullo scacchiere globale, per supportare il proprio interesse nazionale.

“La Brexit ci ha portato in un grande momento della nostra storia. Un momento in cui dobbiamo rafforzare la nostra presenza globale, aumentare il nostro potenziale in termini di letalità”

In termini concreti il Ministro ha dichiarato che tra le nuove misure al vaglio al momento vi è la possibilità di incrementare la presenza navale in medio oriente ed inviare una nuova portaerei nel pacifico, area in cui il Regno Unito intende dimostrare la propria influenza ed arginare le ambizioni cinesi.

Williamson ha inoltre aggiunto che “in un’era nella quale i confini tra pace e guerra sono sempre meno nitidi a causa di attacchi cibernetici, propaganda e ribellioni, la Gran Bretagna ed i suoi alleati devono essere pronti a ricorrere alla forza quando necessario. Forgeremo nuove alleanze e rafforzeremo quelle vecchie, renderemo chiaro a tutti che siamo un paese che agisce quando serve e saremo una nazione alla quale le persone potranno rivolgersi quando servirà leadership su questo pianeta”.