2×1000, calano i contributi ai partiti

0

L’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti nel 2014 con il Decreto Legge 149/2013 ha comportato notevoli difficoltà economiche per le fazioni politiche dello scenario nazionale.

Per rimediare a queste mancate entrate, è stata data facoltà al contribuente di destinare il 2×1000 della propria imposta sul reddito delle persone fisiche al finanziamento di un partito politico all’atto di presentazione della sua dichiarazione dei redditi.

Secondo i dati del MEF pubblicati nei giorni scorsi, mediante detto sistema sono stati erogati ai partiti 14.148.165€ nel 2018, in calo rispetto all’anno precedente.

Circa metà di questi sono andati al solo Partito Democratico, seguito dalla Lega per Salvini Premier con 2 milioni di euro, cui vanno sommati i 922.000 euro della Lega Nord per l’Indipendenza della Padania (ricordiamo difatti che il Carroccio si divide in due partiti ed effettua due tesseramenti diversi a seconda della provenienza dell’iscritto).

Fratelli d’Italia sorpassa Forza Italia, che perde più di 200.000 euro rispetto all’anno passato.

Ricordiamo che il Movimento 5 Stelle si è rifiutato di iscriversi nell’apposito albo e pertanto non può ricevere finanziamenti mediante il 2×1000.

Nell’anno precedente il totale destinato era pari a 15.315.289 €. 

Alleghiamo di seguito la ripartizione del gettito derivante dal due per mille dell’IRPEF concernenti le dichiarazioni 2018 – redditi 2017.

ffdca9df8de19924808b7c577a39cccf